CONVEGNO INTERNAZIONALE DI STUDI NICCOLO’ PAGANINI
25 e 26 ottobre 2021

CALL FOR PAPERS

Deadline per la consegna degli abstract: 30 marzo 2021

Logo del Centro Paganini - Ricerca e didattica

under the auspices of

Convegno

Il “Centro Paganini per la ricerca e la didattica” dell’Associazione “Amici di Paganini APS”, con il patrocinio della Società Italiana di Musicologia, organizza un convegno internazionale di studi dedicato a Niccolò Paganini. Il convegno avrà luogo a Genova nei giorni 25 e 26 ottobre 2021 e si inserirà nel programma del “Paganini Genova Festival 2021” organizzato dall’Associazione “Amici di Paganini APS” in collaborazione con Regione Liguria, Comune di Genova, Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova, Fondazione Carlo Hruby e Conservatorio di musica “Niccolò Paganini” di Genova.

Comitato scientifico

Il Comitato scientifico del Centro Paganini e del convegno, presieduto da Roberto Iovino, è formato da Mariateresa Dellaborra, Vittorio Marchese, Flavio Menardi Noguera, Danilo Prefumo, Anna Sorrento, Michele Trenti, Italo Vescovo..

Relazioni

Le relazioni dovranno incentrarsi preferibilmente sui seguenti ambiti tematici:

  • Paganini e i suoi maestri. Attorno a Paganini; Genova, la Toscana e l’Italia. Il contesto europeo
  • Paganini e i violinisti contemporanei
  • La ricezione di Paganini dal 1840 ad oggi. Le dinamiche concertistiche, il pubblico, le modalità di ricezione

Si invitano gli studiosi interessati a presentare proposte di relazione sugli argomenti sopra menzionati. L’abstract (in inglese o in italiano), dovrà recare il titolo della relazione e un testo della lunghezza massima di 30 righe, e dovrà essere inviato adoperando il modulo di contatto presente sul sito dell’Associazione o sul modulo contatti presente sul sito del Centro Paganini.

La proposta va corredata di nome, cognome, indirizzo, telefono ed e-mail. Gli abstracts dovranno pervenire entro il 30 marzo 2021.

Per ulteriori informazioni scrivere al Centro Paganini.

bandiera_inglese

INTERNATIONAL STUDY CONFERENCE
NICCOLO’ PAGANINI
October 25-26, 2021

CALL FOR PAPERS

Deadline: abstracts shall be sent within March 30, 2021

Logo del Centro Paganini - Ricerca e didattica

under the auspices of

The Study Conference

The “Centro Paganini per la ricerca e la didattica” founded by Associazione “Amici di Paganini” with the City of Genoa, organizes an international study conference entirely focussed on Niccolò Paganini and his legacy under the auspices of Società Italiana di Musicologia. The conference is to be held in Genoa – Italy on October 25-26, 2021 within the Paganini Genova Festival.

The Conference Scientific Committee

The Conference Scientific Committee chared by Roberto Iovino is constituted by Mariateresa Dellaborra, Vittorio Marchese, Flavio Menardi Noguera, Danilo Prefumo, Anna Sorrento, Michele Trenti, Italo Vescovo.

Conference contributions

Conference contributions shall preferably focus on the following themes:

  • Paganini and his teachers and models. Around Paganini: Genoa, Tuscany, Italy and the European context.
  • Paganini and the violinists of his time.
  • Paganini iconic: the interpretation of Paganini’s works from 1840 to date: performances and concerts, audience engagement and popularity, fame and legacy

Call for papers

Abstracts shall be submitted in English or Italian in the following format:

  • Theme (choose among themes 1. 2. 3.
  • Title
  • Author(s) & main affiliations
  • Contact details: email address | cell. ph.
  • Text of max 1000 words in .doc format + Short professional bio included in the same file

Each author shall be entitled to submit a max of 2 abstracts.

Deadline

Abstracts shall be sent within March 30, 2021 through the form on the website of association or through the form on the Centro Paganini.

For further information please contact Centro Paganini.

A tu per tu con il Cannone

Francesca Dego presenta in prima mondiale il CD inciso con il Violino di Paganini

Conferenza stampa in live streaming internazionale il 26 febbraio

Lei è una delle violiniste più talentuose della sua generazione, celebrata fra le migliori concertiste del nostro tempo; lui è in assoluto il violino più prezioso e straordinario della storia. Francesca Dego e il Guarneri del Gesù, il Cannone appartenuto a Niccolò Paganini, sono insieme in un CD (Chandos) registrato lo scorso anno che sarà presentato in prima mondiale venerdì 26 febbraio a Palazzo Tursi. Un evento che gli Amici di Paganini hanno organizzato in collaborazione con il Comune di Genova e che sarà diffuso in streaming per raggiungere tutti gli appassionati della musica classica.

L’appuntamento è fissato a partire dalle ore 12 quando a Palazzo Tursi Francesca Dego presenterà il disco e racconterà le emozioni vissute nell’imbracciare il Cannone.

E’ prevista una doppia conferenza illustrativa, per la stampa nazionale e per quella estera.

Le norme anti COVID impongono, al momento, una manifestazione in streaming e con un numero limitato di presenze nel Salone di rappresentanza di Tursi. Ma qualcosa di più si saprà nei prossimi giorni dopo l’uscita del nuovo DPCM.

Il Guarneri del Gesù, “Il Cannone”

Costruito nel 1743 da Giuseppe Guarneri, detto del Gesù per la sua abitudine di firmare gli strumenti apponendo nella cassa la sigla IHS, il Cannone divenne lo strumento prediletto da Paganini presumibilmente nei primi anni dell’Ottocento, ma non si sa con certezza né quando né in che modo. Certo è che da allora Paganini non se ne separò mai e pur commerciando quasi tutta la vita in strumenti ad arco e possedendo vari Stradivari, lo giudicò sempre come lo strumento più adatto al suo temperamento e alla sua arte. Al momento della morte, Paganini legò il Cannone alla sua città e a Tursi, sede del Comune, il violino è appunto conservato. Esce dalla sua bacheca raramente ed è un privilegio per i violinisti di oggi poterlo suonare.

Happy Birthday Niccolò!

The Paganini Genova Festival celebrates Paganini’s birthday with a digital tribute to the genius of the all-time greatest violinist.

The Paganini 1st Prize Awards send their best musical wishes:
#Mariusz Patyra – Capriccio #24 in la minore
#Bin Huang – Capriccio#1 in Mi maggiore
#Giovanni Angeleri – Capriccio #13 in Si bemolle maggiore

COMUNICATO STAMPA

15 ottobre 2020

UN NUOVO CENTRO DI RICERCA E DIDATTICA DEDICATO A PAGANINI 

Il Centro di ricerca e didattica dedicato a Paganini si inserisce nel progetto di valorizzazione che Genova sta sviluppando intorno alla figura e all’eredità culturale del massimo violinista di tutti i tempi, con l’obiettivo di creare un brand di promozione culturale e turistica.

«Genova, città dalla storia millenaria e gloriosa, ha dato i natali a straordinarie personalità che hanno contribuito a darle vanto e a farla conoscere nel mondo. Tra queste la figura di Niccolò Paganini è centrale: genio insuperato del violino e immenso compositore, è un eccezionale biglietto da visita per la città in ogni parte del mondo – commenta il sindaco Marco Bucci – L’apertura di questo point rappresenta una nuova occasione per i genovesi di conoscere meglio la vita, la storia, le opere di questo grande artista e di celebrarne la grandezza».

Il consolidamento del Paganini Genova Festival, lo straordinario successo che il Cannone continua a riscuotere in tutto il mondo nel suo ruolo di ambasciatore di Genova, il ritorno del Premio Paganini ad ottobre e il preannunciato ampliamento delle sale paganiniane di Strada Nuova, contigue al nuovo Centro, evidenziano la sistematicità di un progetto di valorizzazione del nostro patrimonio musicale che ha messo al centro Niccolò Paganini e la sua eredità culturale.

«Ringrazio gli Amici di Paganini per questo nuovo strumento che arricchirà ulteriormente l’attività culturale attorno al grande violinista, un genio eterno e quindi sempre attuale, come dimostra il successo del Paganini Genova Festival – aggiunge l’assessore alle Politiche culturali Barbara Grosso – Il point è il primo step di un progetto di sinergia comune, al quale l’amministrazione sta lavorando e che mette al centro la figura del nostro illustre concittadino».

La ricerca scientifica, la didattica e l’attività di divulgazione costituiscono la mission del Centro Paganini che il Comune di Genova ha realizzato in collaborazione con l’associazione Amici di Paganini attiva ormai da oltre vent’anni nella creazione di una rete paganiniana grazie all’impegno di Alma Brughera Capaldo, Enrico Volpato e tutto il suo direttivo.

A regime il Centro Paganini metterà a disposizione di musicologi e studiosi un ricco archivio documentale e soprattutto un punto di riferimento per tutti gli appassionati che a Genova e in tutto il mondo seguono le iniziative paganiniane.

Altri obiettivi del Centro: progettazione didattica rivolta alle diverse fasce scolastiche e ai vari segmenti di utenza; incentivazione e supporto a soggetti terzi per nuove attività di ricerca; creazione e coordinamento di una rete esperta internazionale intorno a Paganini, sulla scorta delle collaborazioni già consolidate con Parma e La Spezia, Shanghai, Pechino, Singapore; realizzazione di edizioni critiche di musiche di Paganini ancora non disponibili ai musicisti. In programma, anche la realizzazione di un sito internet dedicato alla divulgazione di contenuti paganiniani.

Il Centro, presieduto da Roberto Iovino, avrà a disposizione un Comitato scientifico costituito da insigni studiosi di Paganini e di un Comitato per la didattica di cui faranno parte docenti esperti affiancati da giovani insegnanti e musicisti. Verranno coinvolti anche studiosi italiani e stranieri, con l’obiettivo di costruire una rete di esperti e di contributi originali o ancora poco noti.

Fanno parte del Comitato scientifico Maria Teresa Dellaborra, Vittorio Marchese, Flavio Menardi, Danilo Prefumo, Anna Sorrento, Italo Vescovo, mentre Clarissa Biscardi, Francesca Dego, Andreas Lange, Nicole Olivieri e Peter Sheppard hanno già confermato la loro adesione alla rete di esperti.

In programma, entro il 2022, la digitalizzazione dei cataloghi tematici delle opere di Paganini, la collaborazione alla stesura e pubblicazione del II volume dell’Epistolario di Paganini, commissionato dall’Accademia di S. Cecilia a Roberto Iovino, la sistematizzazione dell’Archivio del Premio Paganini di proprietà del Comune di Genova, l’organizzazione di una Giornata Internazionale di studi, nell’ambito del Paganini Genova Festival 2021 e l’impostazione delle attività didattiche dedicate alle scuole.

La sede del Centro Paganini, in via Garibaldi 11-13 è attualmente in allestimento.

L’accesso è limitato e soggetto alle norme Covid19.

L’orario di apertura sarà pubblicato sul sito dell’Associazione Amici di Paganini www.niccolopaganini.it e sul sito del Centro Paganini www.centropaganini.it.

Informazioni e contatti

Il numero 347 120 4191 è disponibile per eventuali domande.

È possibile compilare il modulo sottostante per inviare un’email allo staff del Centro Paganini.

    Nome *

    Email *

    Telefono *

    Messaggio

    Allegato

    * Accetto il trattamento dei dati personali